In sede di conversione in legge del Decreto Sostegni, l’art. 8, contenente disposizioni in materia di ammortizzatori sociali, è stato
integrato con il nuovo comma 3-bis che stabilisce che i termini di decadenza per l’invio delle domande di accesso ai trattamenti
di integrazione salariale collegati all’emergenza epidemiologica da COVID-19 e i termini di trasmissione dei Modd. SR41 per il
pagamento o per il saldo degli stessi, scaduti nel periodo dal 1 gennaio 2021 al 31 marzo 2021, sono differiti al 30 giugno 2021.
Di fatto, i datori di lavoro che abbiano inviato in ritardo le domande e/o i Modd. SR41 il cui termine di trasmissione era compreso tra
il 1° gennaio 2021 e il 31 marzo 2021 o non vi abbiano ancora provveduto, possono sanare il loro operato adempiendo all’obbligo
di trasmissione entro il prossimo 30 giugno.
In attesa della circolare INPS esplicativa, al momento, ci si limita ad evidenziare che possono beneficiare della moratoria dei termini
decadenziali le domande di trattamenti e i Modd. SR41 riferiti ai periodi da dicembre 2020 (rimasto escluso dalla precedente
sanatoria; cfr Aggiornamento AP n. 138/2021) fino a febbraio 2021 compreso. Per i Modd. SR41 si tratta, in ogni caso, di quelli riferiti
ad eventi la cui autorizzazione sia stata notificata all’azienda entro il 1 marzo 2021.