La Legge di Bilancio 2021 prevede ai commi da 10 a 19 l’esonero contributivo per assunzioni a tempo indeterminato per giovani e donne;

in caso di assunzioni / trasformazioni a tempo indeterminato effettuate negli anni 2021 e 2022 è previsto l’esonero contributivo nella misura del 100% della contribuzione a carico del datore di lavoro – nel limite massimo previsto di 6000 euro annui – per un periodo massimo di 36 mesi;

I lavoratori devono, alla data della prima assunzione incentivata, non aver compiuto il trentaseiesimo anno di età e non deve avere avuto instaurato un contratto a tempo indeterminato.

 

In via sperimentale per il biennio 2021 – 2022 è possibile beneficiare dell’esonero contributivo di cui all’art. 4 commi da 9 a 11 della legge 92/2012 nella misura del 100% nel limite massimo di 6000 euro annui, per assunzioni di donne di qualsiasi età prive di un impiego regolarmente retribuito, che comportino un incremento occupazionale netto rispetto alla media dei lavoratori occupati negli ultimi 12 mesi.

 

I nostri uffici sono a disposizione degli associati che desiderano ricevere ulteriori informazioni in merito alle modalità applicative dello sgravio contributivo.