L’art. 2 bis prevede che le aziende alberghiere e le strutture ricettive operanti nel settore turismo con un numero di dipendenti fino ad 8 lavoratori, potranno attivare contratti di prestazione occasionale con i seguenti soggetti:

- titolari di pensione di vecchiaia o invalidità;

- giovani con meno di 25 anni iscritti ad un ciclo di studi;

- persone disoccupate;

- percettori di prestazioni di sostegno al reddito.

La comunicazione preventiva dovrà contenere infromazioni relative alla data di inizio, monte ore complessivo presutno della prestazione con riferimento ad un arco temporale non superiore a 10 giorni.